FOLLOW US HERE: 

  • Facebook Clean
  • Twitter Clean
  • Instagram Clean
  • YouTube Clean

La Madonna

Scrivere a proposito della Madonna è difficile perché si corre il rischio di commettere qualche sorta di peccato, anche involontario, perché tutti siamo immersi da sempre nella convinzione che la Madonna è la madre di Gesù e quindi la madre spirituale di tutti noi.

Alla madre ognuno di noi è legato da un amore che va al di là di ogni cosa, è un sentimento inconscio che ci lega in maniera indissolubile. Ci rivolgiamo sempre alla Madonna nel momento del bisogno, fedeli o meno, perché dentro di noi sentiamo il bisogno di essere protetti, aiutati e niente e nessuno lo può fare più della madre di tutti noi.

Dovunque c’è sofferenza appare lei, fosse soltanto una statua posta nei corridoi degli ospedali, un’icona o una fotografia nelle varie stanze private. Anche quando siamo colpiti da una sorpresa positiva o negativa, quasi sempre esclamiamo parole rivolte a lei.

Quello che conosco della Madonna è, più o meno, quello che tutti abbiamo imparato durante la nostra vita. Vivendo in un paese cattolico, bene o male, tutti abbiamo studiato il catechismo e quindi le fondamenta di base ce le hanno insegnate. Poi ognuno di noi ha vissuto un itinerario diverso dall’altro. Chi si è allontanato dalla religione completamente, altri pur non frequentando la chiesa, rispettano le tradizioni religiose dei sacramenti e delle varie festività. Altri ancora, a vari livelli, sono praticanti perché fedeli.

Io desidero semplicemente conoscere qualcosa di più sulla Madonna, rispetto a quelle poche cose che ricordo dagli insegnamenti scolastici e del catechismo che, come tutti i bambini, sono stato costretto a frequentare. Per questo mi sono rivolto ai vangeli che sono le scritture dove si narra degli eventi di Gesù, della sua nascita, della sua predicazione, della sua morte e resurrezione

Purtroppo i Vangeli che ho letto sono avari di informazione sulla Madonna, ho trovato solo accenni, mai vicende dove lei è stata protagonista. Sempre e solo sottomessa, ubbidiente a quanto le ordinavano di fare. Però nel nostro immaginario pensiamo che ci sia tutta una letteratura che ci spieghi la vita della Madonna, invece quello che conosciamo ci viene narrato da vicende popolari divenute nel tempo storie epiche che in quasi ogni chiesa si raccontano come veri e propri miracoli.

Non avendo perciò trovato quasi nulla sulla Madonna, ho la necessità di elaborare un articolo cercando di far vivere, a chi legge, il modus vivendi di quei tempi nei confronti delle donne e soprattutto del perché nel tempo si sia costruito “a tavolino” la credenza della Madonna così come la conosciamo oggi. La mia difficoltà è che devo dare per scontato la competenza sulle faccende religiose di chi scorre queste righe. Sfortunatamente chi legge questo mio articolo senza un minimo di cognizione, per esempio sul peccato originale, sulla nascita del cristianesimo, sugli angeli o su Gesù stesso, si trova in difficoltà.

All’epoca di Gesù, le donne, tutte le donne, erano poco considerate rispetto agli uomini e anche Maria, la Madonna, non faceva eccezione.

In tutto il Nuovo Testamento non si hanno frasi di apprezzamento per Maria se non quando apparve l’Arcangelo Gabriele che gli annunciò la prossima nascita di un figlio e che sarebbe stato chiamato Gesù (Yĕhošūa'). In realtà l’angelo non le profetizzò che avrebbe concepito, perché secondo gli scritti ebraici lei era già incinta. Infatti nelle bibbie tedesche dal 2018, la frase che le rivolse l’angelo è stata cambiata e quindi corretta.

Già a 12 anni Gesù non aveva alcun rispetto per lei

Luca  2,41-50 Dopo averlo cercato per 3 giorni, a causa della sua scomparsa lo trovarono al tempio….

Poi nelle nozze di Cana Giovanni 2,3-4 Gesù risponde alla madre con strafottenza.

In tutti i vangeli perciò non si parla di Maria madre di Gesù se non marginalmente. Lei è sempre nello sfondo insieme agli altri.

Durante la crocifissione e morte, nei vangeli sinottici di Matteo, Marco e Luca non viene citata mai la Madonna, mentre nel vangelo di Giovanni la sua figura viene descritta ma come una delle tante.

Sono sempre i vangeli che ci narrano le vicende accadute anche se molte volte non corrispondono a quanto viene citato dagli storici. Spesso poi altri vangeli apocrifi e quindi non considerati, ci raccontano storie diverse. Ma non per questo dobbiamo non tenerne conto, in fin dei conti, sappiamo che i vangeli canonici furono scelti da Ireneo di Lione non per un suggerimento divino ma per una sua scelta.

Erode il Grande autore della strage degli innocenti (da zero a due anni di ogni neonato maschio) quando nacque Gesù, quindi all’epoca dell’emanazione del suo tremendo ordine, era già defunto da 4 anni. Quindi dobbiamo supporre che la nascita di Gesù avvenne qualche anno prima. Oppure che le date non corrispondono per altri motivi, ovvero che la strage degli innocenti non è mai stata compiuta. Nessun cenno nei libri storici romani dell’epoca….. pare strano.

Il famoso censimento per cui Giuseppe e Maria si recarono a Betlemme non avvenne in quell’anno ma negli anni precedenti oppure negli anni seguenti.

In quei tempi c’erano due tipi di censimenti: uno per conoscere la forza militare romana e uno generale per tutti, quello fiscale. Quest’ultimo era per dichiarare quanto si possedeva e poteva essere dichiarato anche nel luogo dove si risiedeva. Strano che tutti si spostassero per essere censiti nel proprio luogo di nascita. Tanto che a Betlemme non riuscirono a trovare nessun luogo consono per far partorire Maria. Poi in ultimo, i viaggi si effettuavano in carovane, non certo da soli tanto più che Maria era al nono mese di gravidanza. Però nel vangelo di Luca si legge che il viaggio avveniva ogni anno per la festa di Pasqua e che si viaggiava in carovana. Tra l’altro leggo che Giuseppe era soltanto fidanzato con Maria, non ancora sposato. Molti dubbi si affollano nella mia mente. La Pasqua ebraica avviene in aprile cosa c’entra col 25 dicembre?

Purtroppo ci sono troppe contraddizioni leggendo i vangeli per cui non si è certi di niente.

All’età di 12 anni fu costretta a sposare un vecchio chiamato Giuseppe che comunque aveva l’ordine di non toccarla perché doveva mantenerla pura. Questo a causa di due profezie (Michea 5,1 e Isaia 7,14). All’età di 16 anni partorì Gesù.

Penso sia opportuno fare un breve riassunto del perché sia venuta fuori la storia di Gesù tanto per mettere in luce la causa di tutto.

Durante la schiavitù a cui gli israeliti furono sottoposti dai Babilonesi, cominciò a venire fuori attraverso i profeti, l’attesa del Messia. Il discendente di Davide che avrebbe liberato il popolo dalla schiavitù e che avrebbe portato Yahweh a capo di tutto il mondo. Ricordo che da quando Nabucodonosor sconfisse gli israeliti, Yahweh non si fece più vedere né sentire. Sparì completamente e non ne abbiamo più sentore nemmeno oggi.

Durante il dominio da parte dei romani, arrivarono decine e decine di messia che predicavano la libertà dall’occupazione romana. Uno di questi fu Gesù che poi fu incriminato e crocifisso. Varie sono state le organizzazioni ribelle, una delle più attive e cruente fu quella degli zeloti. Molti riferiscono che Gesù fu proprio uno zelota e che durante le sue predicazioni era sempre circondato da un gruppo armato.

Però si dice anche che Gesù, il Cristo, non fu affatto uno zelota ma un uomo di pace e che durante la sua predicazione fece del bene a tutti. I vangeli son pieni di miracoli che elargì a piene mani al popolo che lo seguiva sempre sperando in una guarigione fisica o spirituale.

Leggendo i vari vangeli mi sono reso conto che in effetti Gesù era un insieme di tutte e due oppure che ce ne fossero vari che giravano per la Palestina. Tanti versetti riportano sia parole di pace, sia parole che con la pace non avevano niente a che fare.

 

Matteo  10,34  Non crediate che io sia venuto a portare la pace sulla Terra, ma una spada

35 Sono venuto infatti a separare il figlio dal padre, la figlia dalla madre,
la nuora dalla suocera:36 e i nemici dell'uomo saranno quelli della sua casa.
37 Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; 38 chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me. 39 Chi avrà trovato la sua vita, la perderà: e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà.

Matteo 15.24  Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele

( intendendo che il suo compito era circoscritto ad Israele non a tutto il mondo)

Comunque durante il processo si dice che Ponzio Pilato chiese al popolo di scegliere chi salvare dalla crocifissione e il popolo scelse Barabba, un ladrone comune invece del sant’uomo che aveva compiuto così tanti miracoli. Come è possibile che con tutto quello che Gesù aveva compiuto durante i 3 anni di predicazione, non era riuscito ad avere un seguito tale da farlo preferire ad un comune ladrone? Eppure guariva gli ammalati insieme con gli apostoli, liberava la gente dai demoni, faceva risorgere i morti…. Non capisco!

 

Leggo però anche che durante il suo arresto al Getsemani, un giardino che gli studiosi definiscono degli ulivi, i romani arrivarono con una coorte, cioè con 480 uomini circa, armati di tutto punto. Mi pare improbabile che per arrestare un “figlio dei fiori” dovessero scomodare una coorte, ma è scritto così ovunque.

Per quanto riguarda Gesù, confesso sono confuso, la lettura dei vangeli non mi ha chiarito né fatto conoscere meglio quella figura, anzi i miei dubbi sono aumentati su chi fosse veramente. Poi un’ulteriore confusione ammetto l’ho trovata quando dopo la sua morte, dopo parecchi anni, un certo Paolo di Tarso si rivolse alla gente dichiarando che lui era il tredicesimo apostolo e che Dio in persona lo aveva scelto per dare la buona notizia alla gente, tutta la gente, compresi i “gentili” cioè i non ebrei.

Quello che Paolo andava predicando non interessava minimamente ai romani, infatti si parlava di un fantomatico messia che avrebbe amato tutti e che era stato mandato da Dio, come suo figlio per salvarli. Salvare chi e da cosa? Semplicemente salvare tutti dalla morte eterna, perché Gesù con il suo sacrificio avrebbe rimesso il peccato originale che ci colpiva tutti fin dalla nascita.

Che cos’era il peccato originale? Nessuno fino a quel momento lo sapeva, infatti Paolo doveva per forza inventarsi qualcosa che giustificasse la venuta di Gesù. Gli israeliti lo attendevano da tempo ma era soltanto per loro non per i gentili. E poi il suo compito era diverso, molto diverso da questo Gesù.

La cacciata di Adamo ed Eva dal paradiso terrestre fu un’ottima scusa per creare il senso di colpa che ha macchiato da sempre l’umanità. Peccato però che nella Bibbia non esista nessun peccato originale, assolutamente.

Perciò la venuta di Gesù aveva lo scopo di rimettere i peccati dell’umanità primo fra tutti il peccato originale e quindi tornare a vivere in eterno come quando Adamo ed Eva erano nel paradiso terrestre. (che poi non è affatto così, basta leggere la genesi).

In sintesi io ho capito che Dio, dopo aver mandato il proprio figlio sulla Terra per predicare la buona notizia e aver istruito gli apostoli che insieme a Gesù predicavano per gli israeliti, si rese conto di aver commesso un errore. Ma a quel punto Gesù ormai era stato crocifisso e così scelse uno dei più acerrimi nemici di coloro che seguivano gli insegnamenti degli apostoli e sulla via di Damasco lo convertì all’improvviso. Quel tale che fece imprigionare ed uccidere tanti fedeli di quella strana nuova religione si chiamava Saulo ed era di Tarso. Il suo compito era correggere gli insegnamenti di Gesù e dei suoi apostoli che si limitavano soltanto “alle pecore di Israele”.

Il tredicesimo apostolo Saulo, cambiò il nome in Paolo e come dichiarava, non era da meno dei super apostoli, anzi aveva qualcosa in più di loro.

 

Paolo riuscì ad imporre la sua dottrina sempre più creando una moltitudine di fedeli che si scontrarono ben presto con le religioni che imperavano in quell’epoca. In seguito questi seguaci furono chiamati cristiani che si divisero in molte branche fino al Concilio di Nicea nel 325 dove si scelse una sola via maestra mettendo al bando tutte le altre.

Quando nel 380 ci fu l’Editto di Tessalonica a cura di Teodosio, il cristianesimo divenne religione di stato. All’improvviso da perseguitati, i cristiani divennero persecutori dei pagani. Iniziarono a distruggere templi e statue, poi capirono che potevano sfruttare tutto per i loro scopi e inventarono i santi che presero il posto degli Dei.

Nell’Antico Testamento non esistevano santi o cose sacre se non Yahweh, i suoi mezzi per spostarsi o che adoperava e anche il suo intero popolo. Purtroppo non sapevano come sostituire le dee che fra i pagani erano numerose.

Poi nel Concilio di Efeso nel 431 in Asia Minore, tramite Teodosio II, decisero che Gesù era nato dalla vergine Maria per noi e per la nostra salvezza dalla morte, come aveva sempre predicato Paolo.

Nel II Concilio di Nicea del 787, in seguito a divergenze durate secoli, sulle figure e statue tra gli ortodossi (non si dovevano raffigurare immagini o statue di alcun genere, come aveva ordinato Yahweh) e i progressisti che invece desideravano sfruttare tutto quanto era rimasto del paganesimo, inventarono l’adorazione per Dio e la venerazione per i santi che venivano rappresentati attraverso immagini o statue e che erano un tramite per rivolgersi a Dio. La quadratura del cerchio!

In realtà i cristiani non avevano nelle loro scritture una figura femminile che poteva prendere il posto della Dea Madre, la somma dea venerata praticamente da tutti. Vi erano tanti templi sparsi ovunque della Dea Iside che teneva in braccio il proprio figlioletto Horus, quindi nel tempo cominciarono a pensare che l’unica che la poteva sostituire doveva essere la madre di Gesù. La Madonna con in grembo Gesù bambino era perfetta, tanto che nei templi dove era venerata non cambiarono nemmeno l’immagine che la raffigurava.

Parecchie chiese attuali furono costruite sopra i templi pagani, luoghi di culto conosciuti e venerati dai fedeli. In qualche basilica o semplici chiese si possono ancora ammirare quadri che rappresentano Iside e suo figlio Horus rimaste da quel tempo. Per i fedeli però sono raffigurazioni della Madonna e di Gesù bambino. Non si hanno naturalmente certezze su niente, ma solo nell’Alto Medio Evo la vergine Maria sostituì in pieno Iside nei cuori della gente. Anche la Madonna della Consolata a Torino si pensa che sia Iside, così come quella nella Cappella Paolina di Santa Maria Maggiore, a Roma. Nessuna certezza ma tante ipotesi una diversa dall’altra. 

L’8 dicembre del 1854 Pio IX proclama il DOGMA dell’Immacolata Concezione come verità rivelata da Dio. Quindi non solo Vergine ma anche senza peccato originale, come dicono noi tutti abbiamo.

L'Assunzione di Maria in Cielo è una credenza di alcune chiese cristiane secondo la quale la madre di Gesù vive in cielo non solo con l'anima ma anche con il corpo. Conosciuta a partire dal V secolo d.C. si è sviluppata sempre più nel tempo raggiungendo un profondo radicamento nella devozione popolare.

La Chiesa cattolica, in virtù dell'infallibilità papale, l'ha riconosciuta come dogma della fede il 1º novembre 1950, Anno Santo, (Pio XII, costituzione apostolica Munificentissimus Deus): la Vergine Maria completato il corso della sua vita terrena, fu assunta alla gloria celeste in anima e corpo"

 

Nel 1858 Lourdes,

Bernadette (14 anni) riferì di aver assistito a 18 apparizioni di una “signora” vestita di bianco con una cintura azzurra e una rosa gialla ai piedi.

Fatima 1917, Medugorje 1981 e circa altre 2000 apparizioni mariane ancora si susseguono attualmente.

Quindi al tempo di Gesù Maria era famosa prima della sua nascita, poi nessuno ne parlò più per molto tempo. Oggi è venerata se non adorata moltissimo.

La Madonna nel tempo è riuscita a sostituire le dee pagane e ad avere un seguito incredibile tanto che ci sono apparizioni ovunque attualmente, meno che in Oceania.

Il mese dedicato alla Madonna, maggio, era un’esplosione di feste che ricorrevano per il mese dell’abbondanza ed era dedicato a varie dee fra cui Flora e Maia secondo i romani.

Il primo che pensò di associare il nome della Madonna al mese di maggio fu Alfonso il saggio, re di Castiglia nel XII secolo. Il gesuita Dionisi nel 1727 formalizza la coincidenza tra lei e il mese di maggio in una sua opera. La dea Maia muta veste e i suoi falò di allegria, diventano veglie di preghiere con litanie. Il ciclo infinto della vita e della fertilità si interrompeva per celebrare la castità, la penitenza e la sottomissione. L’inverso di quanto si era festeggiato fino al quel momento.

In parole povere, i vangeli non parlano assolutamente della Madonna per quello che è diventata nel tempo, era soltanto una fanciulla che aveva un compito. Naturalmente doveva essere pura, cioè vergine. In seguito tutto questo non bastò più perché non si poteva mettere in dubbio che la madre di Gesù potesse essere contaminata come tutta l’umanità. Per questo si creò il dogma dell’Immacolata Concezione. Infine l’Assunzione, la ciliegina sulla torta. Non credo ci sia più niente da inventare a questo punto, anche se la chiesa ci ha sempre mostrato che può fare tutto e il suo contrario.

Oggi la Madonna è anche un grande affare economico, una vera e propria industria di “soldi” che in tutto il mondo viene sfruttata in ogni modo possibile e immaginabile. Non si è a conoscenza di quanto possa essere il guadagno effettivo per il Vaticano e per tutto l’indotto, ma si parla di miliardi che naturalmente non vengono tassati come si usa per i comuni mortali che possiedono un’industria.

Al momento mi fermo qui, ma sempre pronto a riprendere la ricerca nel caso mi giungano nuove notizie. Mi pare che ci sia un grande imbroglio in tutto ciò e la gente, la maggior parte della gente, neanche si rende conto che il tutto è stato creato ad arte solo poco tempo fa. Prima la madre di Gesù non era che una donna che era stata scelta per un compito, una volta espletato aveva terminato la sua funzione punto.

 

                                                                       Natale Pappalardo    Febbraio 2019

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now